Proite, inue, candu, chie, comente?

Perché il cerchio

Il cerchio rappresenta l’unità del nostro popolo e il prendersi per mano un gesto simbolico di condivisione;
i tanti cerchi che verranno realizzati in giro per il mondo per ricordare sa Die de sa Sardigna rappresenteranno allo stesso tempo le nostre diversità ma anche il nostro stare assieme e la nostra appartenenza.

Quando si svolge

La prima edizione de “sa die in tundu” si svolgerà il 28 di Aprile del 2015 in tutto il mondo.
Nei giorni precedenti all’evento verranno comunicate le sedi e i luoghi dove verrannoo organizzati dei cerchi umani pubblicamente.

Chi organizza l’iniziativa

L’iniziativa è apartitica, è organizzata dall’associazione “sa die in tundu” formata da cittadini con differenti appartenenze politiche, culturali, territoriali.

Chi può partecipare/aderire

Possono partecipare tutti i cittadini e le comunità che vogliono ricordare la storia nazionale del nostro popolo. Possono inviare l’adesione i cittadini singoli, le associazioni, i comitati, i movimenti, i sindacati, le organizzazioni politiche, le istituzioni locali, imprese, gli enti territoriali e chiunque condivida lo spirito di questa iniziativa e la sua finalità simbolica.

Come si aderisce

Si può aderire anticipatamente segnalando dove verrà organizzato il proprio cerchio per permettere a chi vuole unirsi di partecipare.
Si può aderire semplicemente realizzando un cerchio nei modi e nelle forme che si preferisce e inviando la foto successivamente

Dove seguire l’iniziativa

Tutte le foto verranno pubblicate negli spazi ufficiali dell’iniziativa ed il cerchio più grande o più originale verrà utilizzato come immagine per la locandina dell’iniziativa “sa Die in tundu” nell’anno successivo.